Maschere Senufo

Singolare elmetto dell’etnia Senufo

Singolare elmetto dell’etnia Senufo, che si distacca dalle classiche maschere o caschi usati per i riti propiziatori. Si differenzia per il semplice disegno, che non rappresenta animali o volti di antenati ma due corna e due figure, poste rispettivamente nel fronte e nel retro, come due sentinelle. Ad impreziosire l’elmetto da danza, vi sono delle conchiglie che contornano il manufatto, facendo da corona al tessuto grezzo.

Singolare elmetto dell’etnia Senufo

Maschera Kpelie o Kodal

Questa tipologia rappresenta la ‘classica’ Senufo. La maggioranza di queste maschere ha un piccolo viso, con occhi a fessura, un naso stretto ed incurvato all’insù ed una bocca piccola, rotonda, chiusa e sporgente. Vi sono anche segni tribali di scarificazione sulla fronte, sulle guance e vicino alla bocca. Inoltre queste maschere Kpelie (o Kodal) hanno in cima una cresta, con delle corna a lato, nonché delle proiezioni su entrambi i lati e due “gambe” vicino al mento. Questi sono spesso interpretati come parti degli animali sacrificali Senufo (montoni e polli). Le maschere Kpelie appartengono all’associazione maschile Poro e sono indossate da giovani ballerini in costume. Essi danzano ai funerali e durante altre cerimonie significative.

Maschera Kpelie o Kodal

Elmetto Senufo da danza tribale

Esso è caratterizzato da una piccola figura femminile scolpita, posta sul culmine del copricapo, mentre regge un arco decorato. Come evidenziato dal seno prosperoso e dal ventre pronunciato, questa figura simboleggia la fertilità. L’intero manufatto è decorato da importanti e geometriche incisioni.

Elmetto Senufo da danza tribale

Masche Senufo doppia con corna

Questa bella maschera, del gruppo etnico Senufo, combina caratteristiche di animali ed esseri umani in un unico disegno. Il volto è dominato da una caratteristica molto distintiva: il doppio naso e la doppia bocca. L’altro elemento rilevante di questa opera d’arte è il paio di corna; esse si riferiscono a ram, un importante animale sacrificale. Nel punto di congiunzione delle due corna, è visibile un lavoro di restauro, effettuato nel luogo di origine della maschera.

Masche Senufo doppia con corna

Maschera casco Janus rituale Waniugo della danza Wambele

I Senufo sono una etnia presente in Costa D’Avorio settentrionale, Mali e Burkina Faso. Si distinguono per essere abili coltivatori ed artigiani. Soprattutto, i Senufo sono rinomati per la loro capacità di modellare il legno, da cui ricavano stupende sculture e maschere, usate durante i balli tribali o i riti religiosi. L’arte dei Senufo è talmente riconosciuta da far sì che le loro opere sono fra le più famose ed imitate del mondo africano.

Maschera casco Janus rituale Waniugo della danza Wambele