Maschere Mossi

Il gruppo etnico Mossi è soprattutto presente in Burkina Faso. Si trova in minor misura anche in Ghana e Costa d’Avorio. I quattro principali valori fondanti per questo popolo sono: gli antenati, la terra, la famiglia e la gerarchia. I Mossi utilizzano maschere durante le sepolture e le iniziazioni. Le maschere servono ad onorare il defunto ed a verificare che il suo spirito venga ammesso nel mondo ultraterreno degli antenati. Senza un adeguato funerale, infatti, lo spirito rimane vicino alla casa e provoca problemi ai discendenti.

Maschere Mossi
Maschere Mossi

Maschera Mossi di gallo policromo

Maschera Mossi di gallo policromo
Maschera Mossi di gallo policromo

Maschera Mossi di bufalo policromo

La maschera di bufalo è un classico dell’arte zoomorfa.

Maschera Mossi di bufalo policromo
Maschera Mossi di bufalo policromo
Maschera Mossi di bufalo policromo
Maschera Mossi di bufalo policromo

Maschera Karan Wemba Mossi

Questo tipico manufatto del gruppo etnico Mossi si chiama ‘karan wemba’ ed identifica una maschera con una figura femminile alla sommità. La figura è frontale, con lunghe braccia adiacenti al corpo, seni appuntiti, ombelico aggettante e gambe piegate. La maschera sottostante è ovale, con piccoli fori e decorazioni ornamentali di carattere geometrico. La maschera Karan Wemba riflette il potere politico e spirituale esercitato da qualche donna. “Karan Wemba” era utilizzata per danzare al funerale in onore di una donna che aveva raggiunto un certo status, dopo aver compiuto pienamente il suo ruolo di moglie e madre. L’iconografia, inoltre, commemora anche l’antenato originale del clan. L’omaggio alla donna si esprime mediante l’eleganza della scultura e tramite il suo design raffinato.

Maschera Karan Wemba Mossi
Maschera Karan Wemba Mossi