Maschere Fang

Secondo la tradizione, la religione dei Fang si basa sul culto degli antenati, in particolare coloro i quali erano considerati dei leader del passato; anche dopo la morte, essi continuano ad influenzare la vita terrena.
Le loro produzioni artistiche sono stilizzate al massimo, per evidenziare le eccezionali espressioni enigmatiche delle maschere e delle statue.

Maschera Fang
Maschera Fang

Tipica Maschera Fang

Il gruppo etnico Fang usava le maschere nelle società segrete. Alcune maschere erano tuttavia indossate anche da trovatori itineranti, o per la caccia, o per punire stregoni. Sono generalmente dipinte di bianco, con i tratti del viso a vista. Di forma allungata e coperte con caolino, esse hanno una forma solitamente a cuore, con il naso lungo e sottile. Sono collegate ai morti ed agli antenati, giacché il bianco è il loro colore.

Tipica maschera Fang

Maschera Fang Ngil

Maschera Fang ‘Ngil’ della regione DE WOLEU – NTEM nel nord Gabon. ‘Ngil’ è una società rituale del gruppo etnico Fang, formata soprattutto nei momenti difficili o crisi. Esso serve da elemento di coesione fra le tribù e i clan. I membri del ngil portano severe maschere bianche, come questa.

 Maschera Fang Ngil
Maschera Fang Ngil
 Maschera Fang Ngil
Maschera Fang Ngil

Maschera Fang

Come i reliquiari, una volta le maschere avevano una vitale importanza religiosa e sociale per il gruppo etnico Fang; oggigiorno, sono apprezzate per le loro qualità artistiche. I Fang associavano il colore bianco con il mondo degli antenati e degli spiriti. Quando i Fang hanno incontrato gli Europei per la prima volta, hanno creduto che i coloni fossero spiriti morti ritornati nel mondo dei vivi. Si ritiene che le facce di molti delle loro maschere rappresentino gli Europei.

Maschera Fang
Maschera Fang