Maschere casco Mende Bundu Sowei

L’etnia Mende si trova in un territorio situato ai tropici, ricoperto da foreste, prati e savana boscosa, fra Sierra Leone, Liberia e Guinea. Questo popolo, che vive principalmente di agricoltura, si divide in due principali società: quella Poro, composta da uomini, e quella Sande, composta da donne. La maggiorparte dell’arte Mende è associata ai concetti di nascita e guarigione. I Mende credono nel signore Ngewo, creatore dell’universo, il quale è assistito dagli spiriti degli antenati. Le maschere, utilizzate per le cerimonie religiose, sono realizzate in modo da risultare esteticamente piacevoli agli spiriti. In particolare, la maschera casco Mende Bundu Sowei, associata alla società Sande, è l’unica ad essere usata utilizzata dalle donne di tutta l’Africa. Queste maschere sono di solito utilizzate dalle donne in occasione delle feste della fertilità, delle cerimonie funebri e delle feste di iniziazione per entrare a far parte della società Sande.

Maschere casco Mende Bundu Sowei
Maschere casco Mende Bundu Sowei

Maschera casco Mende Bundu Sowei

Maschera casco Bundu Sowei, dell’etnia Mende, che rispecchia le caratteristiche estetiche delle donne indigene. Questo casco, che veniva indossato esclusivamente dalle donne, presenta le linee principali delle opere di questo popolo (occhi allungati e socchiusi, labbra delicate, naso minuto, fronte distesa). Questo casco Mende Bundu Sowei, dalle proporzione volumetriche perfette e dalla simmetria marcata, è impreziosito dalle linee colorate sul collo; esse, assieme all’imperiosa acconciatura, costituiscono il valore aggiunto dell’opera. Il casco Mende Bundu Sowei, quando veniva indossato durante le cerimonie, era decorato alla base del collo da folta sterpaglia, la quale fungeva da veste alla donna che indossava la maschera.

Maschera casco Mende Bundu Sowei
Maschera casco Mende Bundu Sowei
Maschera casco Mende Bundu Sowei
Maschera casco Mende Bundu Sowei